Ci tornerò con più calma, ma la citazione a pag. 345 del libro di Acemoglu e Robinson “Perché falliscono le nazioni” vale il porgramma politico di Fare, oggi e ne sottolinea l’urgenza, oggi, in Italia:  “Le istituzioni politiche ed economiche inclusive non nascono dal nulla. Sono spesso l’esito di un acuto conflitto tra l’élite, avversa alla crescita economica e al cambiamento politico, e coloro che desiderano limitare il suo potere economico e politico. Le istituzioni inclusive si sviluppano in occasione di congiunture critiche, …; quando una serie di fattori indeboliscono la presa dell’élite sul potere, i suoi avversari si rinforzano, e si creano incentivi alla formazione di una società pluralista.
L’esito del conflitto politico non è mai certo, e anche se col senno di poi molti eventi storici si sembrano inevitabili, il percorso della storia è contingente. “

Due gli insegnamenti: il momento giusto è quello della crisi, quando diventa manifesto quanto pesi sulla crescita il freno della élite al potere, e, altro messaggio che almeno io tendo spesso a dimenticare, il percorso della storia è contingente. Nulla è scritto del nostro futuro, esso dipende da noi. 

Annunci