Mi piacerebbe avere qualche parere su questi due recenti interventi di Giannino, il primo sulle prospettive della prossima presidenza italiana in Europa (secondo semestre del 2014) ed il secondo sull’ennesimo pasticcio che questa classe dirigente sta preparando sotto la voce “abolizione dell’IMU”.

Io ci vedo grande lucidità, concretezza e visione strategica. Quello che mi piacerebbe trovare nel partito, con una presenza costante sui problemi concreti di questo disgraziato paese, e una capacità di inquadrarli in una prospettiva di crescita e prospettiva e che invece mi pare continui a mancare platealmente, almeno per quello che risulta ad un osservatore molto distratto come sono io.

Sono ancora convinto che un leader non serva più di tanto in un partito che sappia quello che vuole, ma continuo a ritenere i mesi da ottobre a febbraio come un momento magico che si è spento in un modo che non riesco ancora a spiegarmi. E continuo a considerarlo un vero peccato

Annunci