Una specie di diario di bordo. Ordine cronologico inverso, come sempre.

15 giugno 2014 – INCREDIBILE

Il fatto è per me così sconvolgente che sono tornato, dopo mesi, a scrivere nuovamente qui. Anche se forse solamente per decretare la fine di Fermare il declino.

Sul sito sono apparsi tutta una serie di articoli dedicati alla assemblea nazionale convocata oggi a Roma e da cui, probabilmente, uscirà la chiusura di Fare. Ma non voglio perdere l’0ccasione per linkarli tutti. Forse se si fossero mossi prima. Poche cose ho capito così poco come la gestione del sito istituzionale del partito da parte di Bordin, di cui la pubblicazione del suo commento alla sconfitta delle elezioni europee sul sito di nFA non è che la cigliegina sulla torta.

Bando alle polemiche e godiamoci la botta di vita:

  1. L’insostenibile ricerca del tempo perduto
  2. Superiamo la sindrome del Dodo
  3. Dal fare ai fatti
  4. Mozione alla Assemblea nazionale di Fabio Bertazzoli
  5. Fare mozione
  6. Faremo (il futuro di Fare)
  7. Andare oltre Fare – Il coraggio di cambiare (di Michele Boldrin e Corrado Rabbia)

13 febbraio 2014

Due miracoli in un giorno solo. Per la prima volta, a mia memoria, Boldrin interviene sull’attualità. Cosa è successo?

E appare, finalmente, un bilancio ragionevole. Certo è all’insegna dei “?gli altri sono cattivi”, ma sicuramente è un gran bel progresso. Non sufficiente a farmi decidere per un nuovo impegno, ma forse a seguirli un pò di più.

6 dicembre 2013

Non è che il mondo cambi fuori da Fare ed i settari siamo noi (o meglio la direzione Boldrin) ?
Lo farebbe pensare una maggiore attenzione a quello  che succede fuori, come da questa nota di Ichino su ReteLib, di cui mi pare di capire, e non capisco perché, Fare non va parte. I movimenti sono tanti e i tentativi di aggregazione pure. Difficile rimanere informati

26 novembre 2013

Voglia di seguire ne ho poca e, ancora una volta, mi sembra che i personalismi stiano distruggendo tutto. Siamo completamente senza informazioni e adesso riparte la rumba del Congress. Non ho capito se è staturiamente fissato ogni anno, non me lo ricoro e non voglio andare a guardare. Comunque faccio una pagina per lui e vediamo se mi riesce di metterci dentro qualcosa, a cominciare dai fatti del nuovo litigio.

25 ottobre 2013

Non saprei dire se “In Cammino per cambiare” è proprio quello che volevo, ma se non altro la grafica del nuovo movimento è piacevole. Rimango dell’idea che la direzione BOrdin ha utilizzato poco e male la comunicazione. Tutto mi pare improvvisato, anche se sicuramente non lo è e dietro ad ogni evento c’è un grosso lavoro.

14 set 2013

Adesso arriva, finalmente, l’indagine sociologica che mi ero permesso di suggerire mesi fa e che era stata deliberata (n. 6/2013) nella prima direzione nazionale del 6 maggio scorso. Vediamo quanto tempo ci mettono ad elaborare i risultati e, soprattutto, cosa dicono.

06 set 2013

Il loro modo di lavorare non lo capisco. Le notizie non circolano, o almeno a me non arrivano e sembra che nulla accada. Poi ogni tanto salta fuori qualcosa che ti dà l’idea di prospettive in grande, forse troppo. E’ stato così per la bozza di statuto. Oggi lo è per questa notizia sulla scuola di partito. L’idea sembra appunto quella di chi sta lavorando sodo e che prospettive di lungo periodo, ma in superficie non appare niente. Vedremo. La situazione generale a me pare disastrosa.

21 giu 2013

Quasi un mese esatto di silenzio pressoché totale. Poi oggi Famularo batte un colpo. Riprendono a circolare notizie? Forse è la volta buona?

18 mag 2013

La nuova direzione al lavoro. Serie di delibere (vedrò se mettere tutto in una pagina da hoc). Fra di esse mi pare apparire anche l’indagine sociologica sugli iscritti cui andavo pensando da tempo. La chiamano websurvey e da quel che capisco è complicata, come sempre per problemi di privacy. Ho sempre detto che il mondo sta diventando troppo complicato

21 apr 2013

Come immaginavo non sono molto assiduo. Oggi, girando per la rete,  sono forse riuscito a scoprire quali sono i veri contendenti per il congresso. Mi spiace e  credo che come a me spiace a molti che non sia il sito del partito a darci con sistematicità queste informazioni. Pazienza, credo che sia il risultato delle lotte interne. Comunque adesso vedo se riesco a creare una pagina con i rinvii ai siti delle varie correnti.

04 apr 2013

Perplessità ne ho ancora, ma le domande e risposte di Brusco e Stagnaro sul regolamento per il Congresso mi hanno confermato che siamo nelle mani di persone intelligenti. E’ piacevolo leggerli e stimolante riflettere sulle soluzione proposte, in particolare sul sistema di voto, su cui vorrei poter tornare. Continuo a non capire perché non utilizzono le mail, ma mi sembra di capire che stia per partire una campagna di informazione. Ho poi trovato finalmete alcuni dati sul risultato elettorale, di cui sentivo disperatamente la mancanza, per cercare di capire chi siamo. Sono spaventosamente scarni, ma potrebbero servire come base per l’avvio di un discorso. Forse, sotto sotto, qualcuno lo sta facendo.

27 mar 2013

L’atteso regolamento è arrivato. A me non pare male. In più ho scoperto un’altra fonte di informazioni sul movimento, la rete dei Comitati di Fare, dove ho recuperato una lettera di Zingales, puro e duro non so con quanto costrutto, e la risposta di Giannino, che mi pare più pacata e ragionevole. Ma ancora una volta il problema non sono le persone, ma le cose da fare, anche se, inevitabilmente (e la polemica lo dimostra) le cose da fare camminano sulle gampe e nella testa delle persone, che hanno i loro problemi.

20 mar 2013

Forse sono io che sono impaziente. O troppo abituato a decidere ed innamorato delle mie idee (in questo caso quella della mail a tutti gli aderenti) che non ne vedo le controindicazioni. Ma è passata una settimana e non succede niente, almeno a livello visibile, se non che discussioni infinite sul FOrum cui non riesco ad appassionarmi. Poi arriva Pasqua e siamo a metà aprile. Finisce che restiamo spiazzati nuovamente dalla acelerazione della politica che ci porterà alle elezioni se non a giugno almeno a ottobre. S sarà la fine.

13 mar 2013

Finalmente fondatori e direzione di Fermare il declino hanno trovato l’accordo sulla strada giusta: una ricomposizione dei dissidi interni ed un rinvio al Congresso per la definizioni di strategie, ruoli e persone. Vediamo come si muovono. Io mi aspetto una mail. Vediamo se arriva. Anzi vado a suggerirla

09 mar 2013

Forse ho trovato un bandolo da tirare nella matassa per capire qualcosa. Sul Forum c’è il tema Verso il Congresso che, se non ho capito male, rinvia a sua volta ad altri temi di discussione. Da esaminare con calma, a cominciare dall’intervento di Nicolò Uberti delle 22,29 di ieri sera che ricapitola, con pazienza, i termini giuridici del problema, districandosi fra Ali – Lista – Fare. Per me molto utile. Andiamo avanti con pazienza. Forse se ne cava qualcosa.

08 mar 2013

Nessun fatto concreto, se non l’apertura di una discussione sul tema sul Forum. Ma senza filo conduttore e, purtroppo, tutta centrata su personalismi e ripicche che non portano da nessuna parte. Ritengo che se non ci sarà un convincente e definitivo chiarimento a livello personale fra tutti i protagonisti, non si va da nessuna parte. Bisognerebbe dimenticare ill passato e pensare al futuro, partendo dal programma e dagli spazi, immensi, che si sono aprti e si apriranno. Perché tutti dimenticano che la voto per Grillo si è affiancato un ulteriore consistente aumento dell’astensione?

07 mar 2013

Sul Corriere  appare una intervista a Zingales sul caso Giannino. In soldoni: “appena ho saputo ho chiesto informazioni. Ho trovato reticenza, non solo da parte di Giannino, ma anche da parte degli altri fondatori. Non potevo permettere che la cosa saltasse fuori dopo le elezioni: noi siamo diversi.
Sono disponibile, se me lo chiedono, a prendere la guida di Fare.”
Nulla di trascendentale, ma almeno qualcuno parla in un silenzio che diventa assordante. Per la verità mi pare che anche lui soffra della sindrome del vincitore o del senno di poi: io non ho visto la campagna “chiara e trasparente” di Grillo. Molto meglio quella di Fare, ma forse sono io che mi innamoro delle cose che faccio e non ne vedo i difetti

L’unica attività è sul forum, ma non riesco a capire come funzione e non ho troppo tempo di studiarlo